Il mare di Trapani - Veduta panoramica
quest'anno vieni in vacanza in Sicilia

Affitto-Vacanza-Sicilia

Affitto case vacanze in Sicilia - Appartamenti in affitto per le tue vacanze in Sicilia. Ville in affitto in Sicilia al mare o in montagna, bed and breakfast, agriturismi, appartamenti, case vacanze in Sicilia, etc...

AFFITTO-VACANZA-SICILIA: Appartamenti in affitto in Sicilia (Mare - Montagna - Campagna - Città). Scegli la casa in affitto per le tue vacanze in Sicilia. Puoi trovare offerte per appartamenti in montagna, al mare o nelle città d’arte (Agrigento - Caltanissetta - Enna - Palermo - Catania - Messina - Siracusa - Ragusa - Trapani)

Flag ITVai alla versione in inglese

Tu sei qui: Home [ QUATTRO SALTI PER LA SICILIA

 

 

Agrigento(68) | Caltanissetta(7) | Catania(85) | Enna(7) | Messina(120) | Palermo(105) | Ragusa(91) | Siracusa(159) | Trapani(399) |

QUATTRO SALTI PER LA SICILIA

PER UNA LEGGERA INFARINATURA GIROVAGANDO PER LA SICILIA

GIUSTO DELLE NOTIZIUOLE  SU DI UNA SPARUTA RAPPRESENTANZA DELLE BELLEZZE DELLA TRINACRIA ,........MA E' SOLO L'INIZIO


Chiunque voglia apportare delle  notizie sulle bellezze della Sicilia può inviare una email al fine di poter meglio informare il viaggiatore sulle svariate possibilità che la nostra isola offre. .

Ognuno potrà aggiungere delle notizie della zona che conosce cosi da divulgare informazioni utili a chi viaggia . L’indirizzo a cui inviare le vostre informazione le vostre conoscenze sulla Sicilia è info@perterrepermari.it  la direzione penserà dopo a creare una sorta di wikipendia sulla sicilla  a beneficio dei viaggiatori .

........


MESSINA

Capoluogo della provincia, sulla costa nord-orientale, davanti allo stretto di Messina conta circa 262.000 abitanti. Il suo antico nome greco Zancle, falce, ricorda la particolare falcata del porto, che ne fece un sicuro approdo naturale. In età pregreca fu abitata da popolazione autoctone, forse siculi. Da visitare: piazza del Duomo, con il Duomo che delimita il lato orientale della piazza, a sinistra si erge l'alto campanile celebre per il grande e complesso orologio meccanico. Di fronte al campanile è la fontana di Orione. SS. Annunziata dei Catalani, S. Maria degli Alemanni, via Garibaldi, la fontana di Nettuno, San Giovanni di Malta. Il Museo Regionale, San Francesco d'Assisi, il Porto ed altri monumenti e palazzi. Gastronomia e vini: la cucina è quella marinara, con una prevalenza del pesce spada. Ricca la scelta tra frutti di mare, crostacei, orate, saraghi, occhiate, sarde e sgombri preparati in vario modo. Tra i dolci ricordiamo la cassata siciliana ed i cannoli. Vini DOC: il Faro (rosso) ed il Malvasia delle Lipari (vino dolce e aromatico). Manifestazioni: Processione della Madonna della Lettera (3 giugno) patrona della città; la Fiera Campionaria internazionale (lug-ago); Passeggiata dei Giganti e Processione della Vara (12/15 ago).

 

 

ERICE (TP)

Sorge sopra Trapani a m 751 s.l.m. e con circa 33.000 abitanti. La storia, la cultura e il contesto paesaggistico fanno di Trapani ed Erice un binomio inscindibile. Per più di tremila anni gli uomini si sono contesi questo luogo carico di storia e di miti che i sicano-elimi chiamarono Iruka, i punici Erech , i greci e romani Eryx, i musulmani Gebel-Hamid e per i Normanni Monte San Giuliano. Per quasi 1.500 anni Erice fu famosa nel Mediterraneo per essere il luogo del culto dell'amore, l'altare ubicato sul punto più alto della montagna era dedicato alla dea della fecondità identificata con Astante dai fenici, Afrodite dai Greci e Venere ericina dai Romani. Oggi Erice è famosa nel Mondo per essere una delle sedi del Centro di cultura scientifica "Ettore Majorana" ubicato nell'ex monastero delle Clarisse, luogo di importanti studi scientifici internazionali. Da vedere: Le mura, che ancora oggi sono ben conservate. La Chiesa Madre con la torre campanaria, il Museo civico "A. Cordici", la chiesa del SS. Salvatore, la Chiesa di San Martino, il giardino del Balio da dove si accede al Castello Pepoli e al Castello di Venere.

 

 

TAORMINA

Km 52 da Messina, sulla costa Jonica, conta circa 10.500 abitanti. Taormina ha avuto uno straordinario sviluppo in questo ultimo secolo, divenendo rinomata stazione turistica internazionale. Il suo paesaggio, come le colonne del tempio dei Dioscuri di Agrigento, le cupole arabe di San Giovanni degli Eremiti di Palermo e il campanile animato del Duomo di Messina, sono, nell'immaginario collettivo, fra le mete più desiderate. Cosa vedere: La prima cosa che ognuno vorrebbe vedere, arrivando a Taormina, è la scena del teatro: il paesaggio sul fondo, l'Etna e il mare. La chiesa di Santa Caterina, la chiesa di San Pancrazio, il palazzo dei Duchi di Santo Stefano, il Duomo, la Villa Comunale la Biblioteca comunale il castello di Taormina.

 

 

CALTANISSETTA

Capoluogo della provincia, posta nel centro della Sicilia vicino a Enna e servita dalla Autostrada Palermo - Catania, conta 63.000 abitanti circa. Secondo alcuni studiosi, la sua origine sarebbe da ricondurre all'antica Nissa di cui costituiva l'insediamento meridionale. Altri ritengono che si debba fare risalire all'era Araba. Notizie storiche si hanno dalla conquista Normanna, quando nel 1086 il conte Ruggero vi fondò il priorato di San Giovanni. Da Vedere: il Duomo, la Chiesa di san Sebastiano, la fontana del Tritone, la Chiesa del collegio, il Palazzo Moncada, il Palazzo Vescovile, il Museo Archeologico Regionale e l'Abbazia di Santo Spirito sulla strada per Enna. Gastronomia e vini: tipici della provincia sono la cucina contadina con tutte le specialità classiche regionali; lepri, pernici e anitre di passo sono base di rinomate pietanze, si possono ancora ricordare il coniglio selvatico preparato in umido. Inoltre i piatti marinari di Gela, come i maccheroni con le sarde, con le seppie o con i frutti di mare. Vino D.O.C. è il Cerasuolo di Vittoria (rosso) ed i vini dell'Azienda Regalali di Vallelunga. Manifestazioni: la più importante è la Processione delle Vare il Giovedì Santo.

 

 

ENNA

Capoluogo della provincia a m 931 s.l.m., sul monte San Giuliano, 28.500 abitanti circa, in uno splendido isolamento è il capoluogo di provincia più elevato d'Italia. Antichissimo centro dei Sicani prima e dei Siculi dopo, Enna accolse l'influsso greco proveniente da Gela conservando comunque una certa autonomia e alleandosi con Siracusa contro Cartagine. Ritrovamenti archeologici attestano che il luogo fu abitato sin dalla preistoria. Da visitare: Piazza Vittorio Emanuele, la Chiesa di San Francesco d'Assisi, la Chiesa di San Cataldo, nella via Roma si trova la barocca Chiesa di San Giuseppe a destra il gotico campanile dell'ex Chiesa di San Giovanni Battista, Il Duomo, il Museo Alessi che ospita il tesoro del Duomo, il Museo Archelogico Regionale, il Castello di Lombardia e la Torre di Federico II. Nei dintorni: il Lago di Pergusa, ha origini vulcanichee acque salmastre. Qui i greci immaginarono che fosse il luogo dove Persefone fu rapita da Plutone. Calascibetta a 7 Km a nord, borgo medievale disposto su di una rupe e disposto ad anfiteatro con vicoli e cortili. Gastronomia e vini: si gusta una cucina contadina a base di carne. Tra gli antipasti le melanzane alla parmigiana. Tra i primi la "pasta'ncasciata" (timballo di maccheroni conditi con ragù, polpette, uova sode, salame, caciocavallo, melanzane fritte e piselli). Per secondo la costoletta alla siciliana. Vini quelli siciliani e rossi, non si producono vini D.O.C. Manifestazioni: la processione della Confraternita della Settimana Santa, la Festa di Maria SS. Della Visitazione (2 luglio).

 

 

CATANIA

Capoluogo della provincia alle pendici meridionali dell'Etna e nel golfo omonimo è la seconda città per abitanti della Sicilia con circa 340.000. Secondo lo storico Tucidide, Katane fu fondata dopo il 729 a.C. dai coloni Calcidesi di Naxos. Nel 476 a.C. venne conquistata da Ierone di Siracusa. Durante le guerre Puniche la città fu presa dai romani, 263 a.C., e potè mantenere una notevole ricchezza fino all'età imperiale. Da vedere: Piazza del Duomo dove al centro spicca il simbolo della città ( la celebre fontana dell'Elefante), ed ai lati la Cattedrale e il Palazzo del Municipio; Porta Uzeda, Castello Ursino, via dei Crociferi, la Chiesa di san Benedetto, la Chiesa di San Giuliano, San Nicolò, Santa Maria di Gesù, viale XX Settembre, via Etnea con Villa Bellini e l'anfiteatro, e Piazza dell'Università. Gastronomia e vini: I piatti tipici sono: pasta alla norma, cannelloni alla catanese, sarde a beccafico, polpette al limone. Vini: dai vigneti del vicino vulcano proviene l'Etana Doc, bianco superiore, rosato e rosso. Manifestazioni: Festa di Sant'Agata: 3-5 Febbraio.

 

 

GIARDIBNI NAXOS

Km 51 da Messina, sulla costa jonica a nord del fiume Alcàntara, conta circa 9.000 abitanti. Le vicende di Giardini sono legate a quelle di Naxos, prima colonia Greca di Sicilia, di cui costituiva l'approdo naturale. Decaduta in età bizantina, visse nei secoli successivi una lenta ripresa, finchè è divenuta una stazione turistica di primaria importanza, un centro alberghiero e congressuale dotato di moderne strutture, di bella spiaggia e limpido mare. Da vedere: il museo archeologico, gli scavi hanno portato alla luce alcuni tracciati stradali, un tèmenos e vari sacelli. Escursioni: Taormina, l'Etna e le suggestive gole d'Alcantara.

 

 

 

RAGUSA

Capoluogo della provincia a mt 502 sui monti Iblei. Abitanti 69.000 circa. Il nome della città deriva dall'antica Hybla Heraia centro siculo sorto nel VI sec. a.C. Identificato oggi con Hibla (Ragusa Inferiore) il nucleo più antico che con Ragusa superiore forma Ragusa di oggi. Le varie necropoli nei dintorni documentano che il luogo fu abitato sin dal terzo millennio a.C. Da visitare a Ragusa Superiore: Museo Archeologico ibleo, la Cattedrale detta S.Giovanni Battista, Santa Maria delle Scale e le scale che conducono alla città inferiore e il Ponte Nuovo. La città superiore di origine settecentesca è caratterizzata da palazzi tardo barcocco. A Ragusa Inferiore o Ibla: Chiese e palazzi di età barocca si sovrappongono al vecchio impianto medievale. Da vedere il Duomo di San Giorgio, la Chiesa di san Giuseppe, la chiesa San Francesco all'Immacolata e il giardino Ibleo. Nei dintorni: il castello di Donna Fugata. Marina di Ragusa, località di mare detta in passato Mazzarelli (Piccola Piazza, Piccolo Porto), il parco archeologico di Caucana. Oggi Marina di Ragusa è una rada di pescherecci e luogo di villeggiatura estiva ben attrezzata. Chiaramonte Gulfi centro di aspetto baracco con chiese settecentesche dove sono state individuati insediamenti dell'età del bronzo. Gastronomia e vini: la cucina è quella classica regionale con prevalenza di verdure dove spiccano i carciofi e i pomodoro. Rinomati anche i prodotti caseari come pecorini e ricotta. L'unico vino Doc è il Cerasuolo di Vittoria, vino rosso che si abbina bene con piatti a base di carne e formaggi stagionati. Manifestazioni: i misteri, tradizionale processione del Venerdì Santo; Festa di San Giorgio, mese di Maggio; Festa di San Giovanni Battista, 27-29 Agosto.

 

 

AGRIGENTO

Capoluogo della provincia è ubicata nella parte meridionale della Sicilia a m 230 dal l.m. e conta circa 55.000 abitanti. E' tra le più interessanti città siciliane e richiede due giornate da ripartire nella visita del complesso archeologico e ai monumenti della città. La città antica era chiamata Akragas per i Greci e Agrigentum per i Romani e dista pochi chilometri dal mar Mediterraneo. Si racconta che Virgilio, nell'Eneide, immagina che Enea, veleggiando lungo le coste meridionali dell'isola, l'abbia svettare superba sulle alture. Da vedere: La città antica ha come momenti centrali la visita al Museo Archeologico Regionale e la valle dei Templi con il Tempio di Giove Olimpo, Santuario di Demetra e Kore, Tempio dei Dioscuri, Tempio di Ercole, Tempio della Concordia, Tempio di Giunione Lacinia. La città moderna di origine medievale propone un'itinerario che passi da Piazzale Aldo Moro, via Atenea, la Chiesa di S. Spirito, Piazza Purgatorio, Museo Civico, S. Maria dei Greci, la Cattedrale e la Rupe Atenea. Gastronomia e vini: tra i piatti tipici la caponata di verdure, diffusi i piatti di carne bianca come il capretto al forno - il coniglio in agrodolce - oltre a piatti a base di pesce. Dolci: cannoli, cassata siciliana e mostaccioli. I vini sono quelli siciliani. Manifestazioni: la Sagra del mandorlo in fiore che i svolge nel mese di febbraio, sacre rappresentazioni della settimana santa, la Festa di San Calogero (1° decade di luglio) e la settimana Pirandelliana (luglio/agosto).

 

 

SCIACCA

Percorrendo sempre la statale da Castelvetrano a Agrigento, dopo Menfi si incontra Sciacca, un paese di 40.000 abitanti circa, trova le sue origini in età preistorica per il ritrovamento di un insediamento sicano detto Figuli. Successivamente i Romani la chiamarono Thermae Selinuntinae a causa delle proprietà terapeutiche delle acque che si sgorgavano. Sciacca , oltre ad essere una città peschereccia, balneare è anche una città termale. Da vedere: il Castello dei Luna, la Villa Comunale, il Duomo, il Municipio ex collegio dei Gesuiti, la Chiesa del collegio, la Chiesa di San Domenico, il Palazzo Tagliavia e tante altre Chiese. Una escursione và fatta sul vicino monte Kronio per la grotta ed il santuario di San Calogero, la pineta e l'Antiquarium dove sono esposte i materiali di epoca preistorica ritrovate nelle grotte. Manifestazioni: Il Carnevale, uno dei più importante della Sicilia ed anche d'Italia e la cronoscalata del monte Kronio.

 

 

TRAPANI

E' il capoluogo della provincia e conta circa 70.000 abitanti, si protende nel mare di ponente allungata su di un promontorio a forma di falce, che troviamo nello stemma della città e nel nome di "Drepanon" che le diedero i Greci. Prospera nel 700 e nel 800 grazie alle industrie conserviere del pesce ed ai cantieri navali. Oggi mantiene ancora una certa importanza come centro portuale e commerciale incentrata sulle attività nei settori dei marmi, dei vini, del sale e del tonno. La manifestazione più importante è la Processione dei misteri che si svolge il venerdì santo con gruppi lignei del 700. Da vedere: Piazza Vittorio Emanuele, Via Garibaldi, Corso Vittorio Emanuele, la Cattedrale, Torre di Ligny, Viale Regina Elena, S. Agostino, S. Maria del Gesù, Palazzo della Giudecca, Santuario dell'Annuziata, Museo Regionale Pepoli e le Saline con i mulini.

 

 

ETNA

L'Etna, 3.300 metri, è la più alta montagna della Sicilia ed anche il più alto vulcano d'Europa. Il territorio che lo circonda è compreso nel cosiddetto Parco dell'Etna, che tocca 18 Comuni delle province di Messina e Catania. I più importanti centri sono: Adrano, Linguaglossa, Nicolosi, Paternò e Zafferana Etnea. Le origini del vulcano sono da ricercarsi nella zona di Aci Castello e Acitrezza e risalgono a cinque seicentomila anni fa.  

 

 

PANTALICA

Si tratta di uno dei maggiori centri protostorici della Sicilia e si trova a 50 Km circa da Siracusa. La città iniziò a decadere dall'VIII sec.a.C. quando cominciava ad espandersi la colonizzazione greca. Dell'antica città rimangono i resti di un piccolo santuario e del Palazzo del Re. Intorno si estendono le necropoli con tombe a grotticella artificiale.

 

 

Santo Sfetano di camastra . (ME)

Km 153 da Messina, sulla costa Tirrenica, conta circa 5.200 abitanti. Il centro attuale è la sede dell'Istituto d'arte per la ceramica, fondato nel 1934 sulla scia di una tradizione artigianale locale che risale al '400, documentata nel Museo permanente delle ceramiche. La ceramica di santo Stefano è conosciuta in tutto il mondo. Da vedere: oltre i laboratori artigianali delle ceramiche, in piazza Duomo, sorge la chiesa Madre, San Nicola.  

 

San Vito LO Capo. (TP)

S. Vito, paesino originariamente ad economia agricola e marinara, è oggi conosciuto come una delle più importanti località balneari della Sicilia per la bellezza della sua costa e la limpidezza del suo mare. Nasce alla fine del settecento nel territorio del demanio di Erice, alle falde del M. Monaco, nella baia di sabbia bianchissima posta tra le due punte di Capo S. Vito e Punta Solanto, attorno all'antico santuario di S. Vito. Vi si giunge percorrendo le strade di contrada Timpone e di Piana di Sopra, da cui si affaccia, a picco sulla baia di Macari, una torre cinquecentesca, e dove spicca, isolata, la cappella di S. Crescenza, antico luogo di culto risalente al XII secolo. Il Santuario, fortificato e dotato di alloggi per i pellegrini nel 1545, era sorto nel 1200 assieme all'antica tonnara quasi come avamposto costiero della città di Monte S. Giuliano (l'odierna Erice). Lungo la ripida parete di Piana di Sopra e sul versante orientale del M. Monaco, si trovano alcune grotte nelle quali sono state ritrovate importanti testimonianze di insediamenti umani preistorici. Particolarmente interessante sono la Grotta del Racchio, per le incisioni raffiguranti cervi e per le altre incisioni lineari, e la grotta di cala Mancina, per l'incisione di una figura antropomorfa. Sulla strada che dal paese si snoda a picco sul mare sul fianco del M. Monaco tra scorci di paesaggio di grande suggestione e bellezza, superata la punta Tannure si giunge alla torre dell'Impiso, del XVI secolo, al limite della riserva naturale dello Zingaro, che sembra posta a guardia della stessa riserva.

 

LINGUAGLOSSA

Km 49 da Catania, sul versante nord est dell'Etna, conta circa 5.500 abitanti. Il nome del paese deriva probabilmente da una grossa lingua di lava eruttata dal vulcano dopo il 1634 e coincide, per altro, con la forma allungata dell'abitato. E' località di villeggiatura e luogo di lavorazione del legno. Da vedere: la Chiesa di San Francesco di Paola, il Convento e la Chiesa dei Cappuccini, il Duomo Santa Maria delle Grazie ed il bosco di Linguagrossa con il rifugio Brunek.

 

NOTO

La città sorse nel 1703 in età classica fu centro greco dipendente da Siracusa poi colonia romana. Durante la dominazione araba divenne capoluogo del Val di Noto. E' stata chiamata anche "giardino di pietra, città d'oro, città di commedia, città barocca".Infatti, Noto è un vero gioiello del barocco. Da visitare: Corso Vittorio Emanuele, la Chiesa di San Francesco all'Immacolata, Santa Chiara, Piazza Municipio con il Palazzo Ducezio e il Duomo, Piazza XVI Maggio con la chiesa di San Domenico, la via Nicolaci, via Cavour e la chiesa del santissimo Crocifisso. Manifestazioni: Festa di san Corrado Gonfalonieri (19 Febbraio), la processione della Santa Spina (Venerdì Santo); Primavera Barocca (terza domenica di Maggio). Nei dintorni: Noto Antica, rovine della città antica distrutta dal terremoto del 1693 a circa 6 Km più a sud; Lido di Noto, stazione balneare da dove si possono visitare le rovine di Eloro e la Villa del Tellaro; Avola con il suo museo archeologico, Chiesa Madre e Chiesa dell'Annunziata. Val di Noto, denominazione che risale all'epoca araba quando la Sicilia era divisa in tre valli (Val di Noto, Val di Ma zara e Val Demone) corrisponde alla parte sud orientale dell'isola, da Capo Passero fino alla Foce del Simeto, ed a quella meridionale dello stesso Capo fino alla Foce del Salso.

 

 

TERRASINI

Vasto territorio montano di 35.000 ettari in provincia di Palermo, tra i fiumi Imera Settentrionale e Pollina dove la Regione Sicilia ha istituito un parco. Sono ben 15 i paesi che ne fanno parte con un paesaggio che va dal verde dell'autunno al bianco dell'inverno ed al giallo e rosso di primavera. I paesi che ne fanno parte sono: Alia, Alimena, Aliminusa,, Caltavuturo, Castelbuono, Castellana Sicula, Cerda, Collesano, Gangi, Geraci Siculo, Gratteri Isnello, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Ventimiglia di Sicilia. Possibilità di praticare lo sci sul monte Piano Battaglia, così chiamato, per la battaglia che Normanni e Musulmani vi combatterono.

 

 

PALAZZOPLO ACREIDE

Siracusa fondò in questo sito nel 664 a.C. la città di Akrai che svolse un importante ruolo di controllo sulla via di comunicazione con le città della Costa Meridionale. Qui troviamo il balcone barocco più lungo dell'isola. Bello in questa città è tutta la produzione barocca dove possiamo ammirare: il portale dell'Annunziata, la Chiesa di san Paolo, la Chiesa Madre di san Nicolò, la Casa museo della vita contadina "A.Uccello", palazzo Cappellani sede del Museo Archeologico e il Teatro Antico.

 

 

PAIAZZA ARMERINA

A 33 Km da Enna, sui monti Erei, conta 22.500 abitanti circa. La cittadina giace su tre colline nel cuore della Sicilia, tra Enna e Caltagirone, in un territorio di boschi e campagne. Da visitare: oltre alla famosa Villa Romana del Casale con i suoi mosaici pavimentali e le Terme che si trovano nelle campagne fuori città, vanno viste la Piazza Garibaldi, il Duomo, Piazza Umberto e la Chiesa di Sant'Andrea Nei dintorni gli scavi di Morgantina. Manifestazioni: il Palio dei Normanni (13-14 Agosto), rievocazione della conquista della città da parte del Conte Ruggero.

 

USTICA

Di fronte a Palermo nel mar Tirreno a 55 Km si trova la splendita Isola di Ustica. L'isola è caratterizzata da una zona collinare costituita dai rilievi di Guardia dei Turchi, del Fallo e della Falconiera e da una zona pianeggiante. Si presenta al turista come un grande scoglio verdeggiante, dalla forma di una tartaruga in un azzurro intenso del mar Tirreno. A causa dei terremoti le coste dell'isola sono scoscese e frastagliate, ricche di grotte, anfratti, di cale e calette di impareggiabile bellezza. I suoi fondali, in un'alternarsi di secche e caverne, ne fanno un abitat ideale per una ricchissima varietà di pesci e crostacei: cernie, saraghi, dentici, triglie, aragoste, pescispada e tonni. La maggiore attrattiva dell'isola rimane il suo mare coi suoi incontaminati fondali, popolati da una fauna e da una flora di rara varietà e ricchezza, anche grazie alla Stato ed alla regione che hanno istituito a Ustica la prima Riserva del Mare in Italia.

 

BALESTRATE

Balestrate è un piccolo centro costiero posto quasi al confine delle provincie di Trapani e Palermo. La sua è una economia legata all'agricoltura ed alla piccola pesca costiera e, negli ultimi anni, anche al turismo estivo e vacanziero. Troviamo citata per la prima volta la località di "Balestrate" in un documento del 1307 di Federico d'Aragona con cui veniva attribuita l'area della "Selva Partenia" al territorio di Partinico. Nella concessione era esclusa la fascia costiera, per una profondità pari ad un "tiro di balestra" lanciato verso l'interno, su cui la corona manteva i diritti demaniali. In seguito con "Balestrate" si indicò tutto il litorale delimitato dai torrenti Calatubo e S. Cataldo. Più tardi, Francesco Bologna, genero di tale Nicolò Leonfante, che nel 1456 aveva avuto dal re Alfonso il Magnanimo la concessione delle "Terre di Balestrate", impiantò sul promontorio più ad est un trappeto per la lavorazione della canna da zucchero, allora abbondantemente coltivata nella zona. All'inizio del '500 i Fardella impiantarono in località "Sicciara" (da "siccia", cioè seppia, così chiamata per l'abbondante pesca di seppie che da sempre si fa nel suo mare) una tonnara attorno alla quale, dopo che nel 1681 il territorio era stato diviso in due feudi (Trappeto e Sicciara), i Santoro iniziarono la costruzione del primo nucleo abitativo. Nei secoli successivi la borgata si estese con i pescatori e i contadini venuti dalle vicine terre di Terrasini, Cinisi e Partinico. Nel 1820, con un decreto di Ferdinando I di Borbone, le due borgate di Trappeto e Sicciara ottengono l'autonomia dalla giurisdizione di Partinico e vengono unite in un solo comune che prende il nome di Balestrate. Un notevole impulso all'economia del paese fu dato dalla realizzazione, dal 1827 al 1830, degli stabilimenti enologici degli Ingham, di Florio e dei Wodhouse, che incentivarono la produzione vinicola della zona portando, nel 1840, all'insediamento di altri stabilimenti. Ad ovest del paese, nei pressi del castello di Calatubo, sono state recentemente scoperte due necropoli, una araba e una di epoca bizantina, quest'ultima con centinaia di tombe che testimoniano l'esistenza di un importante insediamento del VIII-IX secolo.

Turismo in Sicilia

Fishing Charter 40°Parallelo
Proponiamo uscite in mare per pesca sportiva di varie tecniche: bolentino, traina, subacquea... uscite in barca a vela con regate personalizzate. Per info, curiosita e pacchetti personalizzati seguiteci sul nostro sito www.quarantesimoparallelo.it o seguiteci su facebook: fishing charter 40parallelo.
Albergo Grotticelli
Fra gli alberghi più stimati della Sicilia Occidentale sicuramente troviamo il Villaggio-Albergo Grotticelli, è una nuova costruzioni, aperta tutto l'anno, in grado di ospitare fino 42 persone.
Noleggio gommoni
Noleggio gommone metri 6,30 con conducente, capienza 6/8 persone comode, con partenza da marausa lido per mezze giornate e lunghi periodi. Possibilità anche di escursioni personalizzate con skipper per trascorrere bei momenti al mare in assoluto relax...divertimento assicurato. Se interessati potrete contattarmi per maggiori informazioni per quano riguarda disponibilità e prezzi.
BLU NAUTICA
Servizi alla Nautica da diporto. Posti barca nel porto di Castellammare del Golfo (TP)- Distributore di carburanti da diporto-Noleggio Motoscafi- Alaggio e varo di imbarcazioni con gru da 100tonn.- Rimessaggio imbarcazioni- Vendita e riparazioni motori marini- Noleggio Auto- Trasfer da e per gli aeroporti di Palermo e Trapani-Escursioni con conducente nei maggiori siti di interesse turistico della Sicilia-
PORTOROSA POSTI BARCA
PORTOROSA POSTI BARCA 2011 PER PERIODI SETTIMANALI MENSILI ANNUALI VENDITA E NOLEGGIO BARCHE VENDITA CARRELLI PORTABARCHE OMOLOGATI www.portorosayachtservice.com
maneggio area52park (escursioni a cavallo)
escursioni a cavallo tra le bellissime colline di volterra,tra boschi e guadi. lezioni di equitazione. appartamenti convenzionati
SPECIAL TOUR MENFI - Mini Bus
NCC Autonoleggio con Conducente Autorizzata Licenza dal Comune di Menfi Wir sprechen Deutsch. Servizi: Transfer Aeroporti, Porti, Stazione Ferrovie, Escursioni: Tour Vinicoli, Tour della Sicilia, Visite Luoghi a Scelta, Per Info. Visitare: specialtourmenfi.blogspot.com: Rif. Tel. 0039(0)925-78042 cell.0039 34 70 71 76 88 cell.0039 34 53 98 11 89
Management Immobiliare
La "Management Immobiliare" è una società che nasce principalmente per la gestione di immobili ed è composta da uno staff qualificato e cortese in grado di soddisfare le vostre richieste assicurandovi la sistemazione più adeguata alle vostre esigenze al fine di rendere indimenticabile il Vostro soggiorno nella nostra incantevole città marinara.
L'Altra Venezia
Servizio di visita alla città di Venezia. 12 itinerari a piedi per scoprire l'Altra Venezia. 2 itinerari in barca per vivere la magia di Venezia dall'acqua. http://www.laltravenezia.it/ info@laltravenezia.it
concetto
NOLEGGIO BICICLETTE NEL PERIODO ESTIVO - Vendo articoli per biciclette E FACCIO LA MANUTENZIONE.INOLTRE vendo articoli da pesca:mulinelli,canne da pesca,e tutti gli accessori che servono per pescare.Negli articoli da pesca si effettuano sconti.
cerchi casa vacanza?
Vuoi andare in vacanza, è non trovi il tempo di occuparTi della faccenda.Ecco allora che gli agenti di "CERCHI CASA VACANZA?" intervengono per proporTi le soluzioni più rispondenti alle tue esigenze. Contattateci per info al cell. 3201184991 o per email cerchicasavacanza@alice.it
Dijana costelic
CROAZIA VACANZE SOLE MARE E DIVERTIMENTI! Scoprite le bellezze dell'isola di Brac Scopri con noi un'isola da favola a poche ore dall'Italia: sabbia color oro e un mare limpido e sempre caldo! Tel 00385912512763 www.isoladibrac.com
MADAGASCAR DESTINACION
PER LE TUE VACANZE IN MADAGASCAR, NON ESITA A CONTTATARCI AL madagascardestinacion@gmail.com
DELPHIS Aeolian Dolphin Center
DELPHIS Eolie Dolphin Center è una no profit Che si occu dello studio dell'ecosistema marino delle Eolie. Dal 17 aprile 2010 organizza corsi per studiare i cetacei Nelle acque delle Isole Eolie. Inoltre organizza uscite in mare anche di un giorno Durante le qualifiche i partecipanti Collaborano alla ricerca al fianco del personale dell'Aeolian Dolphin Center. Per maggiori informazioni: www.delphisadc.it delphiscenter@gmail.com oppure
ORSA MAGGIORE PARK FAVIGNANA
POSSIBILITA' DI TRANSFER DAGLI AEROPORTI-NOLEGGIO MEZZI. WWW.ORSAMAGGIOREEGADI.IT TEL 3479229186
AUTONOLEGGIO di Maria Grimaldi
L'autonoleggio Grimaldi ha sede a Torino, effettua la consegna della vettura presso l'aeroporto di Caselle Torinese.
Dino Vuskovic
SCOPRITE LE BELLEZZE DELL' ISOLA DI BRAC A PREZZI SPECIALI! Vorreste trascorrere una bella vacanza nell'isola più bella della Croazia offrire una sistemazione di qualita' a ottimo prezzo?Tel:00385912512763 www.isoladibrac.com
Dental Travel Romania
(DTR) ti può mostrare come risparmiare e rifarti il sorriso naturale approfittandone per una vacanza stupenda. PER PREVENTIVI ON LINE http://www.dentaltravelromania.com/ onlineit.html
Aeolian Dolphin Research - Escursioni per l'avvistamento dei delfini alle isole Eolie
SE AMI IL MARE, IL SOLE E LA SICILIA, UNISCITI AL NOSTRO STAFF ALLA SCOPERTA DEI DELFINI DEL MEDITERRANEO Partecipa anche tu alle attività di ricerca dell'Aeolian Dolphin Research. SE SEI INTRESSATO CONTATTACI
Palazzo Giaracà
Nell'isola di Ortigia,centro storico di Siracusa, che dispone di camere, miniresidences, due sale meetings, bar e parcheggio Si organizzano, branchs e corsi di cucina residenziali.
TRINACRIA SERVICE
offre svariati servizi dai Trasfer, escursioni in barca, grotta e minibus, case vacanze.
VIAGGI PER MARE CON IL CAICCO TURCO
Escursioni con imbarcazione a vela di 18 metri, l'equipaggio è composto da personale qualificato. Contattateci per info e prenotazioni.
Argentati - Consulenza per il web marketing
Realizzazione siti web e posizionamento sui motori di ricerca. Operiamo in tutta Italia. Chiedi una consulenza

Traduci , automaticamente, questa pagina in 35 lingue

Inserisci la tua casa vacanze

Registrazione e login

sono già iscritto

Inserisci username e password già in tuo possesso per modificare e/o aggiungere la/le tua struttura turistica

NON ricordi la password?

non sono ancora iscritto

procedi con la registrazione

perterrepermari è un'idea di Gaspare Calabrò

Affitto Case Vacanze in Italia - Il tuo appartamento in affitto per le vacanze -info@perterrepermari.it